Come il mercato digitale di Wine Australia permette al vino australiano di espandersi a livello globale

Smartsheet ha supportato Wine Australia nella creazione di una piattaforma online dinamica, facendo in modo che la chiusura dei confini non ostacolasse il successo del commercio internazionale per i produttori di vino australiani.

Industria

  • Pubblica amministrazione

Dimensione dell'organizzazione

  • Mercato medio (200-1999)

Regione

  • Asia Pacifico (APAC)

Utilizzo dei casi

  • Lancio e campagne di marketing
  • Operazioni di marketing
  • Reporting

Smartsheet è il motore che alimenta il nostro mercato. Disponiamo attualmente di una piattaforma particolarmente dinamica che avvicina la comunità globale del vino.

Drea Hall, Global Marketing Manager - Brand

Rinomata in tutto il mondo per i suoi pittoreschi vigneti e i suoi premiati vini, l'Australia è stata a lungo una destinazione chiave per gli acquirenti internazionali di vino. Con la chiusura delle frontiere internazionali a causa della pandemia di COVID-19, la comunità australiana del vino si è trovata improvvisamente impossibilitata a partecipare agli eventi fieristici internazionali. Con il mercato cinese di fatto bloccato a causa degli aumenti delle tariffe, Wine Australia ha dovuto trovare un modo per permettere ai suoi produttori di rimanere in contatto con la scena vinicola globale.

“Con tutti i nostri eventi nel 2021 destinati ad essere cancellati, avevamo bisogno di una soluzione per sostenere e coinvolgere le aziende vinicole che esportavano nel mercato globale”, spiega Brooke Beales, Global Marketing Operations Manager di Wine Australia. Dirigente esperta con oltre venticinque anni di esperienza, Beales svolge una funzione essenziale nel sostenere il settore vinicolo australiano in un ruolo che allinea e ottimizza i processi, i sistemi e i rapporti per sostenere i team globali nella realizzazione di campagne di marketing che raggiungono gli obiettivi strategici.

Beales lavora con il Global Marketing Manager - Brand, Drea Hall. Insieme, lavorano in un team interfunzionale di ventitré addetti al marketing con sede in tutto il mondo, supportando le sessantacinque regioni vinicole australiane e gestendo il ciclo di vita del commercio. “Il vino è una questione di vista, olfatto e gusto. È una questione di storie dei viticoltori e dei produttori di vino”, spiega Hall. Con i viaggi sospesi, il team ha deciso di lanciare una piattaforma di mercato per assicurare che i produttori innovativi australiani potessero continuare a lavorare insieme e operare a livello internazionale.

Una soluzione economica adatta a un mercato in evoluzione

A sette anni dall'inizio del suo attuale ruolo, Beales ha scoperto Smartsheet mentre standardizzava i processi di gestione degli eventi di Wine Australia. Con molteplici server globali, diversi livelli di competenza interna e un calendario internazionale con oltre 150 eventi, Beales cercava una piattaforma economica per migliorare la collaborazione e la condivisione delle informazioni. Inizialmente utilizzato come strumento di gestione dei progetti, è rimasta molto soddisfatta dalla facilità d'uso di Smartsheet e da come le sue capacità si sono evolute con il team: “È cresciuto con noi, mentre noi crescevamo come organizzazione”.

Wine Australia ha ora un sistema che supporta la vasta gamma di esigenze operative e di marketing a livello internazionale. Dalle complesse campagne multimilionarie all'allocazione delle risorse e al processo di pianificazione del budget, sono in grado di comunicare direttamente gli obiettivi in un pannello di controllo di Smartsheet e di fornire un collegamento rapido ai membri del team. “È il cervello dell'operazione. Consente di semplificare e facilitare le cose, con conseguente migliore acquisizione dei dati”, dice Hall.

Una piattaforma virtuale garantisce una connessione con facilità

Per gestire gli eventi e creare uno strumento di ricerca abbastanza potente da permettere l'accesso al vino australiano in qualsiasi parte del mondo, dove gli espositori potessero gestire facilmente i loro profili, divenne presto evidente che non esisteva una soluzione tecnica adatta allo scopo. A seguito di uno studio approfondito delle soluzioni disponibili e di una lunga consultazione con le parti interessate, Wine Australia ha presentato una richiesta di offerta per delineare la propria visione. Hanno incaricato un'agenzia partner di sviluppare una piattaforma virtuale su misura, associata a Smartsheet, e così è nata CONNECT.

Australian Wine Connect è una vetrina virtuale sempre attiva, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che riunisce la comunità mondiale del vino per sperimentare ed esplorare l'emozionante scena vinicola australiana. La piattaforma interattiva è una risorsa per il vino australiano.

Come nuova utente di Smartsheet, Hall è rimasta colpita dalla sua esperienza, “Smartsheet è il motore che alimenta il nostro mercato. Disponiamo attualmente di una piattaforma particolarmente dinamica che avvicina la comunità globale del vino”.

Una delle maggiori sfide affrontate da Beales e Hall era come sostituire un'esperienza fisica con una digitale. Dal punto di vista di un acquirente, come potevano selezionare le scorte senza visitare un paese o partecipare a una fiera?

“Il più grande KPI del nostro team è il numero di connessioni commerciali di buona qualità effettuate ogni anno”, spiega Hall. Ora, invece di percorrere lo spazio fieristico, gli acquirenti possono filtrare i loro esatti requisiti di prodotto con una ricerca semplice e immediata. Possono anche inserire le loro note nel sistema CONNECT.

Dynamic View assicura vantaggi in termini di risparmio di tempo per tutti

Per migliorare ulteriormente il processo di scoperta del vino, Beales ha recentemente introdotto Dynamic View, che prevede una collaborazione semplificata, una guida nel contesto e un controllo dell'accesso alle informazioni sensibili basato sulle condizioni. “Le nostre aziende vinicole hanno usato Smartsheet con successo per diverso tempo per caricare informazioni dettagliate in occasione degli eventi”, dice Beales. Con l'aggiunta di Dynamic View, gli espositori possono ora caricare e gestire le proprie informazioni tramite un pannello di controllo e moduli. Smartsheet si occupa della parte amministrativa in vista delle fiere, permettendo alle aziende vinicole di concentrarsi sull'attività commerciale.

Consentire alle cantine di inserire i propri dati significa un notevole risparmio di tempo per il team di Wine Australia. “Con così tante informazioni all'interno del sistema CONNECT, ora stiamo solo controllando, non inserendo”, dice Beales.

Un futuro connesso assicura l'eccellenza nella fornitura di esperienze

Con la speranza che il 2022 possa inaugurare il ritorno dei viaggio internazionali e degli eventi dal vivo, Wine Australia non ha intenzione di ridimensionare la piattaforma CONNECT. “Il motto del nostro team interno è che tutte le strade portano a CONNECT”, spiega Hall. “Con oltre 300 aziende vinicole e 3.000 vini sulla piattaforma, vogliamo promuovere collaborazioni a lungo termine, con CONNECT al centro della fruizione dell'esperienza”.

Beales e Hall si dicono entusiaste di ciò che possono ottenere con Smartsheet. “Abbiamo preparato una lista di miglioramenti funzionali per perfezionare continuamente la piattaforma”, dice Beales. Hall aggiunge che si impegnano continuamente a migliorare i processi analitici, con l'intenzione di utilizzare i grafici di Smartsheet per il reporting dei KPI e l'introduzione di ulteriori strumenti di automazione. “Ha certamente cambiato il modo in cui lavoriamo internamente. Ci sono sempre aspetti che stiamo migliorando dietro le quinte”, dice.

Smartsheet ha creato efficienze logistiche, centralizzando il processo di spedizione per le aziende vinicole che inviano i loro prodotti agli eventi oltreoceano. Con le complesse e lunghe scartoffie richieste per i protocolli doganali, prima spettava ai produttori spedire i propri vini su scala internazionale. Wine Australia è in grado ora di gestire le consegne in un unico porto nazionale, con Smartsheet che registra tutte le informazioni di spedizione rilevanti e i dati chiave relativi ai certificati di origine.

Con i recenti e incoraggianti risultati dell'Australian National Audit Office, Beales non esita ad attribuire a Smartsheet il successo del team di marketing: “Se Smartsheet scomparisse domani, sarebbe un bel problema!” ride.

Tra tutti i loro traguardi, Beales è particolarmente soddisfatta di come Smartsheet ha permesso loro di costruire la piattaforma CONNECT in sole 12 settimane e di collegare i produttori australiani al mercato globale, “Non avremmo potuto farlo senza Smartsheet. Quando penso al livello di sofisticazione che abbiamo raggiunto, provo un grande orgoglio”.